©  2 0 0 7  -  2 0 1 9   L A R A   N I C K E L   

  • Instagram Basic Black

1 2  C A V A L L I -

OMMAGIO A JANNIS KOUNELLIS

dodici dipinti . olio su tela . grandezza naturale . 2014 - 2018

ommagio a Jannis Kounellis "Senza Titolo - 12 Cavalli" 1969

Il cavallo è stato rappresentato nella storia dell'arte di quasi tutte le culture in ogni periodo di tempo. Nel 1969, Jannis Kounellis (membro del movimento italiano Arte Povera) ha portato dodici cavalli vivi in una galleria a Roma, creando un'esperienza scomoda e onirica e un'immagine molto reinterpretata del cavallo in un contesto di arte. I cavalli vivi di Kounellis divennero più come bestiame (pungente, pericoloso) e meno come gli animali nobili e simbolici che si associano in scultura e pittura classica. L'opera di Kounellis ha evocato l'assurdo e ha criticato il sistema capitalistico del mercato dell'arte per essere temporanei e invendibili. La sua opera interroga che cosa è accettabile come arte (animali vivi contro marmo/bronzo/vernice).

Il mio progetto sarà composto da dodici dipinti a grandezza naturale del cavallo - tutto verniciati realisticamente con sfondi bianchi. Verranno mostrati in modo simile ai cavalli vivi di Kounellis (i quadri saranno esposti perpendicolarmente al muro (invece che contro il muro) con la base inferiore delle pitture che appoggia sul pavimento). Non tutti i dipinti saranno chiaramente visibili dall'entrada della stanza, invitando gli spettatori a camminare tra i dipinti per visualizzarle correttamente. Il retro di ogni quadro sarà evidente - una cosa spesso trascurata nella tradizione pittorica, ma che è la struttura stessa di un dipinto.

 

Questo progetto farà riferimento a diverse idee nell'opera originale di Kounellis: sfidare la nostra immagine pre-stabilita del cavallo nell'arte, smerciabilità, creando un livello di disagio nel visualizzare la mia istallazione. Questo progetto, pure, evidenzierà mie idee riguardanti la pittura: per esempio, impegnativo come spettatori normalmente interagiscono con un dipinto, attivando lo spazio neutro di una galleria/museo, e forzando una pittura figurativa per diventare più simile a un oggetto attraverso un display non tradizionale. Utilizzando l'opera originale di Kounellis come un contesto storico, questi dipinti non sono solo ritratti di cavalli ma dipinti come illusione, dipinti come oggetti e dipinti come situazioni.

 

Il mondo e la cultura del cavallo è un ampio genere. Sto lavorando con vari tipi di cavalli e organizzazioni equestre, (compresa la Manade Laurent e l'accademia militare Cadre Noir in Francia, cavalli nel Nuovo Messico, cavalli da corsa di gare classiche come Santa Anita Park di Los Angeles, e i cavalli da corsa del Palio in Italia).